L’Intertriste – La Juve, il sogno e il grande incubo


L’Intertriste è, per definizione, uno che vede la sconfitta prima di qualunque partita. E lo fa con un certo criterio di giudizio, mica così, alla come viene viene. Se poi l’avversario è la Juventus, l’odiata Juventus, allora l’Intertriste sprofonda nell’angoscia. Un po’ come infilarsi in uno sgabuzzino ed ascoltare al buio un intero cd di Amedeo Minghi. Contro la Juve, l’odiata Juve, non vinciamo a Torino da tipo 8 anni. Insomma, se non l’ha battuta nemmeno la mourinhana Inter del triplete, perché dovrebbe farla quella di Strama? Sì, veniamo da un filotto di vittorie consecutive, la squadra sta assumendo una identità tecnico tattica, ma insomma, la Juve, l’odiata Juve, è pur sempre campione d’Italia (argh) in carica.

E fin qui tutto chiaro. Magari un po’ irrazionale e scaramantico, ma altrimenti che tifoso sarei. Ecco, il tifoso. Si ricorda tutto quello. Le vittorie e i pareggi che valgono vittorie (tipo Seedorf da fuori area, nell’esultanza mi strappai i flessori della coscia destra, roba che neanche Pato). Ma anche – e soprattutto – le sconfitte. Il tifoso interista se ne ricorda una e ogni volta che gli viene in mente ha un leggero giramento di testa (volevo dire di palle, ma non mi sembrava fine). Vabbè, lo sanno anche i muri che mi riferisco a quella orribile partite dell’aprile 1998. Ceccarini, Iuliano, Ronaldo, rigore non dato a noi e dato a loro, “Ma si vergogni!”, etc.

Alla fine di quella stagione, ricordo che il Guerin Sportivo titolò ‘Tutti contenti’: la Juve aveva vinto lo scudetto (argh), l’Inter la Coppa Uefa. Tutti un contenti un paio di scatole (volevo dire palle ma…). Da allora l’interista medio, e con lui l’Intertriste, vive nell’incubo che ad ogni Juve-Inter succeda qualcosa di irreparabile, che contribuisca a corroderci il fegato e farci urlare allo scandalo. Per certi versi, Calciopoli non ci è bastato. Sì certo, bella goduria la Juve in B, ma di quel processo restano luci e ombre. Nel corso del tempo, c’è come la sensazione che non tutto sia stato chiarito a dovere. Ma questi sono discorsi troppo razionali per un tifoso. E’ più razionale credere che stavolta possa ripetersi un disastro arbitrale, visto e considerato anche il pasticciaccio brutto di Maggiani. Ecco, speriamo bene. Che se la Juve, che è prima con merito, deve vincere anche contro di noi, lo faccia pure stavolta sul campo e senza colpi alla Ceccarini. Almeno questo. Giusto per farci essere un po’ meno Intertristi.

Alessandro Oliva

@aleoliva_84

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...