Malati di tifo – Mao Tse Tung

Oggi non potevamo che dedicare il nostro spazio a un uomo meraviglioso. Si tratta di Mao Tse Tung (nome di fantasia), 26 anni, deceduto dopo aver passato undici notti consecutive senza dormire. Insonnia? Calli ai piedi? Emorroidi? Masturbazione folle? Niente di tutto questo. Mao è morto in seguito a gesta eroiche che non possono non essere ammirate. Tutte le notti ha seguito le partite degli Europei. Visto il fuso orario poco agevole per un cinese di Changsha, provincia centrale dell’Hunan, questa sua passione lo costringeva a stare sveglio fino oltre alle cinque del mattino. Poi di giorno, dovendo lavorare alla rivoluzione culturale, non riusciva a recuperare. Insomma, altro che leone di notte e coglione di giorno. Il povero Mao era coerente con la luce e senza luce.

Ad aggravare la situazione ci si è messo il suo feeling con l’alcol. Pare che durante le partite si scolasse quasi una decina di birre. Diciamo uno stile di vita non proprio salutare, ecco. Il povero Mao è stato ritrovato senza vita dalla madre, che era andata a portargli qualcosa da mangiare. A molti sembrerà una notizia del cavolo e invece ha scosso legioni di grandi appasionati di calcio che in questo povero ragazzo si sono riconosciuti. E per il futuro un’ombra inquietante. Nel 2014 i mondiali sono in Brasile.

Lorenzo Lamperti

@LorenzoLamperti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...