L’Allegri chirurgo

Stasera il Milan affronterà l’Arsenal in Champions League. Andata degli ottavi di finale. I Gunners tornano a San Siro, là dove hanno già fatto male sia al Milan che all’Inter.

Nella Champions edizione 2003-04, gli inglesi arrivarono a Milano decisi a vendicare il 3-0 subìto dall’Inter all’andata. I nerazzurri erano stati la prima squadra italiana a vincere ad Highbury e l’ambiente dei Bauscia era euforico. Il presidente dell’Inter Massimo Moratti era arrivato a definire il laterale olandese Andy Van der Meyde “Un genio”. L’entusiasmo si era sgonfiato presto, come un triste soufflè. L’allenatore argentino Hector Cuper venne esonerato di lì a poco. Arrivò Zaccheroni, ma la sensazione era quella di una stagione buttata. Insomma, l’Arsenal venne a S.Siro e ci asfaltò 1-5. Protagonista fu un certo Thierry Henry, che quella sera fece un gol così:

Pure il Milan ha pianto causa Arsenal. Champions League, ottavi dell’edizione 2008. I rossoneri sono campioni d’Europa in carica e ricevono in casa i Gunners dopo lo 0-0 dell’andata. Fu una sconfitta che in qualche modo sancì la fine di un ciclo, quello di Ancelotti e dei fasti europei di un grande Milan: finì 0-2, gol di Adebayor e Fabregas.

Non segnò Henry, che sta per tornare negli Usa dopo il prestito alla squadra cui ha legato il suo nome per anni e che vuole chiudere in bellezza. Magari stasera: l’Arsenal è di nuovo sull’erba di San Siro. Di nuovo contro il Milan. Massimilano Allegri, tecnico dei rossoneri, avrà il suo bel da fare. La squadra ultimamente va con il freno a mano tirato: sconfitta all’Olimpico con la Lazio, pareggio (con schiaffo e squalifica di Ibra) con il Napoli, sconfitta contro la Juve in semifinale in Coppa Italia e vittoria (stentata) a Udine). Ibra e l’ossessione-Champions, dallo svedese mai vinta. Boateng che scalpita per rientrare dall’infortunio. Robinho che si mangia gol su gol. Ma anche un giovane El Shaarawy che è una bellezza vederlo giocare e un Maxi Lopez che a Udine ha fatto gol e assist. Lo scorso anno, fu un’altra inglese a far male ai rossoneri, il Tottenham del futuro ct inglese Redknapp. Ancora in corsa tra Champions, campionato e Coppa Italia, Allegri deve invertire la tendenza delle ultime gare e ricucire bene i pezzi di un ambiente che in Europa è abituato a dominare. Ricucire come un sapiente chirurgo. Un Allegri chirurgo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...