A Piena Fifa – 13° giornata 2011/12

A Piena Fifa non vi abbandona mai, a differenza del Pres che ha abbandonato la Tobagi lasciandomi nello sconforto più totale. Stronzo.

 

Genna Clitoride

UDINESE-ROMA 2-0
Primo anticipo di un turno dilazionato come neanche i pagamenti promessi da Che Banca! Cosi’ il venerdi’ sera invece di una serata da Gigi il Troione per cena e da Genna Clitoride per la prosecuzione di serata si e’ costretti a guardare questa ignobile partita se si vuole portare a casa la pagnotta. Questo perche’ il mio panettiere e’ un colombiano che si professa lontano parente di Armero che non mi fa allunga le due ciabatte che gli ho chiesto finche’ la partita dell’Udinese non e’ finita. Dopo di che l’intervista di Guidolin con le sue frasi scoppiettanti pregiudicano il residuo carico di testosterone. E allora non resta altro che seguire una replica di La sai l’ultima? Su Mediaset Extra. Almeno li’ c’e’ er Pupone.

LECCE-CATANIA 0-1
Di Francesco e’ l’allenatore del Lecce. Montella e’ l’allenatore del Catania. Dio e’ morto e anche io non mi sento tanto bene.

NOVARA-PARMA 2-1
Il Novara ha vinto. Nonostante questo pare che si sia trattato di una partita di calcio. Questa incredibile verita’ fa cadere tutti gli assiomi precedentemente conosciuti sulle partite di pallone che non prevedano la presenza di Gian Piero Gasperini. Da registrare a fine partita la tragica morte di Attilio Tesser, che ha provato a darsi un pizzicotto con un tritacarne. Lo stesso tritacarne e’ stato utilizzato poi da Ghirardi per preparare i cappelletti versati in testa a Valiani durante la doccia post-partita. Ora Valiani ha una vaga somiglianza con il Teschio Rosso, acerrimo nemico di Capitan America, ed e’ stato immediatamente scritturato dalla Marvel per il prossimo film con Chris Evans.

 

Tifosi nobili di Atalanta e Napoli si incontrano per il classico thè dopopartita

ATALANTA-NAPOLI 1-1
Grande attesa per il derby degli Windsor, cosi’ ribattezzato dopo che tutti gli studi culturalantropologici hanno confermato una tesi oramai indiscutibile: atalantini e napoletani sono i tifosi nobili della Serie A. Tutti quanti, infatti, si presentano sugli spalti muniti di pipa e gonnellino scozzese. La prima usata come arma contundente, il secondo per avvolgere i panini al salame. Colantuono e Mazzarri si stimano molto, come testimonia il commento dell’allenatore del Napoli sul suo collega: “E’ un pelato di merda”.

LAZIO-JUVENTUS 0-1
Grande impresa della Juventus di Estigarribia sul campo di una combattiva Lazio. Contestazioni per un calcio di rigore non concesso a favore dei biancocelesti. Ma Reja non fa polemiche: “Io non voglio lamentarmi, noi non ci lamentiamo mai e non ci lamenteremo mai, non mi lamento con l’arbitro e neppure con i guardalinee. Pero’ c’era un rigore per noi. E non lo dico per lamentarmi”. Cisse’ non ha preso bene l’esclusione e si e’ lasciato andare a una crisi di pianto. Troppa la paura di non essere riconfermato la prossima stagione e di non riuscire piu’ ad arrivare alla fine del mese. Questi i suoi pensieri mentre si beveva un mojito in compagnia di Melissa Satta nella piscina a onde basse dell’ala posteriore della sua macchina.

CAGLIARI-BOLOGNA 1-1
Bella partita del Bologna che avrebbe meritato la vittoria contro un Cagliari che non avrebbe meritato di perdere. I sardi raggiungono un immeritato pareggio che gli va stretto. Gli emiliani subiscono il giusto pari quando ormai erano a un passo dalla sacrosanta vittoria. Corretto non dare il rigore a Ibarbo anche se non sarebbe stato del tutto sbagliato concederlo. Sbagliato addossare le colpe all’attacco del Cagliari, anche se tutte le ragioni non ce le ha.

 

Il sempre sobrio Daniele Arrigoni

CESENA-GENOA 2-0
Arrigoni centra la seconda vittoria consecutiva. Nonostante questo, pare che alleni davvero una squadra di calcio e non la selezione di ramino della Polisportiva Gambarotta di Fusignano. Esce sconfitto il Genoa ma Malesani ravvisa dei grandi passi avanti, in particolare da parte di Caracciolo: “Secondo me entro la settimana dovrebbero concedergli l’eutanasia”.

PALERMO-FIORENTINA 2-0
Una partita fondamentale per la prosecuzione della stagione per entrambe le squadre. “Arriveremo settimi o ottavi?” si chiedono i tifosi del Palermo. “Gilardino e’ omosessuale?” si chiedono quelli della Fiorentina. La risposta e’ un 2-0 che non lascia adito a discussioni, anche se non rispecchia fedelmente l’andamento della gara. Probabilmente sarebbe stato piu’ giusto un 2-0 scaturito da diverse circostanze. Oppure un 1-8. Certamente non un 2-0 del genere.

 

Dopo ogni gol, Castaignos è solito ordinare una pizza

SIENA-INTER 0-1
Limpida vittoria per un’Inter mai cosi’ devastante dai tempi di Tardelli. Li’ c’era Robbie Keane, qui il suo degno erede e’ Castaignos che realizza un gol molto pesante. Pare infatti che il baby olandese abbia rilasciato una scarica delle sue, lui che dagli amici e’ amichevolmente chiamato Caccascurreggiapupu’. A riportare le peggiori conseguenze e’ stato Rossettini. Ranieri invece non molla e continua la sua litania: “Vinceremo lo scudetto”. Ma poco dopo si e’ corretto: “Ah, scusate pensavo di allenare il Siena”.

MILAN-CHIEVO 4-0
Il Milan ha ragione di un coriaceo Chievo solo nel finale, dopo una partita tiratissima e sempre in bilico. I clivensi impegnano severamente la retroguardia rossonera, ma sul filo di lana emerge il piu’ alto tasso tecnico dei milanisti. Da registrare la smentita di Allegri a proposito del suo rapporto con Barbara D’Urso: “Barbara e’ bellissima ma non e’ il mio tipo. Preferisco le donne”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...