A Piena Fifa 2011/12 – 12° giornata

INTER-CAGLIARI 2-1
Importante vittoria per l’Inter che si toglie dal baratro. Ora ci è finita proprio dentro, visto che tutte le speranze di rimonta in classifica sono sulle spalle di Coutinho. Lui che fa fatica a tener su lo zaino con cui si reca ogni mattina in Piazza Sicilia (Metro 1 De Angeli), dove ha sede la sua scuola elementare. Molto più sicuro di sé Alvarez, che gli amici chiamano Slowly Gonzales. Ranieri allontana le vecchie polemiche con Mourinho: “Io non ho 70 anni. O comunque, con le riforme del nuovo governo Monti, non sarò già in pensione”. Bell’esordio di Ballardini sulla panchina del Cagliari. Per lui si tratta di un ritorno. D’altra parte si sa, Cellino esonera sempre due volte.

Allegri: "Di Barbara amo la sua bellezza acqua e sapone"

FIORENTINA-MILAN 0-0
Viola e rossoneri finiscono la partita a reti bianche. “Almeno potevano essere reti Mediaset”, dice Galliani scuotendo la testa. A Firenze Delio Rossi è riuscito nell’impresa di compattare l’ambiente: ora persino Mihajilovic è entrato a far parte della Curva Fiesole. È stato interrato sotto i seggiolini dei capi ultrà. Il Milan non riesce a segnare anche per le pochissime occasioni create, se si eccettuano i 2 gol annullati, i 7 rigori negati, 47 tiri in porta, i 18 pali, le 16 traverse, i 29 salvataggi sulla linea e il petting spinto tra Allegri e Barbara D’Urso.
NAPOLI-LAZIO 0-0                                                                                                                                                                                       Stupendo incontro quello tra Napoli e Lazio, che hanno dato vita a un match molto equilibrato, come evidenziano i numeri. Tiri in porta: 59 a 0 per il Napoli. Corner: 118-1 per il Napoli. Sputi a terra: 1678 a 4 per il Napoli. Mazzarri è molto soddisfatto: “Quelle merde dei miei attaccanti fanno schifo. Soprattutto quello stronzo di Cavani, è pure andato a giocare in nazionale. Questo è un complotto degli squadroni del nord, maledetti. E voi giornalisti che continuate ad attaccarsi. Sparatemi addosso, schifosi!”. Grande fair play invece tra i presidenti. De Laurentiis ha offerto a Lotito un ruolo nel prossimo cinepanettone: farà la Befana.

Lo chef della rosticcceria di Arrigoni

BOLOGNA-CESENA 0-1
Epica impresa del Bologna, che riesce a perdere in casa contro il Cesena, retrocesso matematicamente in serie B lo scorso 16 luglio. Continua il momento d’oro di Di Vaio: ha segnato 1 gol nelle ultime 876 partite, comprese le partitelle a due sul bagnasciuga di Viserbella contro figlio e nipote. Grande soddisfazione per Arrigoni, alla sua seconda presenza sulla panchina cesenate: “Sono qui per restare. Ho intenzione di aprire una rosticceria di fronte alla biblioteca Malatesta”.
CATANIA-CHIEVO 1-2
Il derby della Val Tidone non delude le attese. Che erano bassissime. Sotto un diluvio torrenziale, tipico del clima della zona, ha la meglio il Chievo di Di Carlo, che si è costantemente coperto con il cappuccio per non rovinarsi l’acconciatura. Grande delusione per il Catania, che vede cadere l’imbattibilità casalinga. Il commento di Montella Potter: “Può succedere. Una volta a casa mia Hermione non me l’ha data”.
GENOA-NOVARA 1-0
Difficilissima vittoria per il Genoa contro un Novara che anche in superiorità numerica non molla e resiste per 86 minuti. “Forza ragazzi, siamo già a fine novembre, mancano solo 7 mesi”, ha dichiarato Tesser dando morale ai suoi. Molto contento Malesani, che al momento del gol di Veloso ha esibito un’esultanza insolitamente composta. Lui e Constant avranno una bimba.

Zamparini sta pensando a Cosmi per sostituire Mangia. Ecco la reazione di Cosmi

JUVENTUS-PALERMO 3-0
Grande impresa della Juventus che annichilisce un Palermo con la testa altrove. Quella di Mangia, per esempio, è già finita sul comodino di Zamparini, che negli ultimi giorni è molto alterato per il ritorno in A di Ballardini in una squadra che non sia la sua. Sempre più lanciati i bianconeri che continuano nella loro politica di tavole della pace. Dopo quella proposta a Moratti, Andrea Agnelli ne ha proposta una anche ad Amauri.

 

PARMA-UDINESE 2-0
“Guidolin se n’è andato da Parma e ora ogni volta che torna qui perde”, dichiara Ghirardi punzecchiando l’allenatore dell’Udinese. La risposta di Guidolin: “Sono contento per i ragazzi”.
SIENA-ATALANTA 2-2
Partita al cardiopalma al Franchi di Firenze. “Che poi io di palme col cuore non ne ho mica mai viste”, commenta Luigi Infezione, il medico sociale dei bianconeri toscani. Denis diventa capocannoniere della Serie A e riconosce, con grande umiltà, i meriti a Colantuono per questo risultato: “A lui non devo un benemerito cazzo. E’ solo grazie a me stesso. Segnerò almeno 87 gol”.
ROMA-LECCE 2-1
Di Francesco è l’allenatore del Lecce. Il commento di Luis Enrique: “Porqué?”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...