A Piena Fifa – 7° giornata 2001-12

Il popolo di Viva La Fifa ha tremato: il Pres nei giorni scorsi ha avuto l’influenza, forse sto giro salta A Piena Fifa. Ma lui, indomito come Chuck Norris che sbatte le porte girevoli e puntuale come un gruppo su Facebook dedicato a Michele Misseri, ci regala il suo commento sull’ultima giornata di serie A:

Catania-Inter 2-1

Gli ultimi acquisti voluti da Moratti non stanno rendendo come ci si aspettava

Grande vittoria del Catania sull’Internazionale del 28 agosto – 3 settembre 1910, che esce sconfitta nonostante le buone prestazioni di Max Adler, Karl Kautsky ed Eduard Bernstein. L’allenatore, un certo Karl di Treviri, ha commentato: “La storia si ripete sempre due volte. La prima come tragedia, la seconda come farsa”. Secondo gli esperi, Karl si starebbe riferendo al primo e al secondo avvento di Muntari in nerazzurro. Pulvirenti è entusiasta per la vittoria: “In questo momentoqqua mi sono troppo contentissimo. Miii”. Dalla partita arrivano buone notizie anche per il nuoto: dopo il suo mirabile trampolino da 0 metri, Bergessio sarà convocato dalla nazionale olimpica.

Milan-Palermo 3-0

Il Palermo conferma quanto di buono aveva fatto vedere nel preliminare di Europa League contro il Thun e prende tre pere dal Milan: “Io preferivo le banane” ha commentato il sempre onesto Devis Mangia. Dopo aver sentito queste parole, i suoi giocatori gli hanno confiscato le chiavi dello spogliatoio. Finalmente, con immani sforzi, riesce a rialzarsi il Milan: “Il Presidente ci ha passato un po’ di quelle pillole blu che usa sempre”, ha commentato Van Bommel.

Napoli-Parma 1-2

Mazzarri, per motivi a noi ignoti, è solito vestirsi da cameriere mentre allena il Napoli

Grande impresa del Napoli che riesce a perdere in casa contro il Parma. L’ultima volta che il Parma aveva vinto in trasferta Benarrivo aveva 21 anni, Tonino Asprilla 22, Brolin 23 e Bucci 56. A quei tempi Giovinco aveva 5 anni ed era alto un metro e 17 centimetri. “Vedete, non è passato poi così tanto tempo se Sebastian è cresciuto solo di tre centimetri e mezzo”, commenta Colomba. In casa Napoli c’è molta delusione, come traspare dalle tranquille parole di Mazzarri: “Mi sono rotto i coglioni, è colpa di voi giornalisti froci di merda se ci mandano arbitri del cazzo. Oggi c’erano sette rigori, quindici calci d’angolo e 38 falli laterali per noi. Sparatemi, sparatemi addosso!”.

Cesena-Fiorentina 0-0

Stupenda cornice di pubblico per il derby della via Francigena. E come al solito le due curve offrono delle meravigliose coreografie. I tifosi viola hanno issato un enorme fetta di carne alla fiorentina 50 metri per 35 destinata a diventare poi la cena di Pantaleo Corvino. Risponde la Curva Mare con un fitto lancio di piadine rucola e squacquerone.

Atalanta-Udinese 0-0

Guidolin, sopraffatto dall'emozione, assiste allo struggente Atalanta-Udinese

L’Udinese continua la sua corsa in testa alla classifica dopo la pirotecnica prestazione di Bergamo, che ha causato il suicidio di 17 tifosi bergamaschi e 28 friulani, avvinti dalla noia. Uno di loro, Franco lo Spritzino, è stato salvato all’ultimo istante prima che si gettasse dal balcone di casa sua. Franco spiega come mai gli era venuta l’idea di togliersi la vita: “Guardare Atalanta-Udinese mi ha fatto capire che siamo soli al mondo, che siamo solo un piccolo microscopico puntino nell’universo e di colpo ho sentito un immenso vuoto esistenziale, ho capito la vacuità dell’esistenza e l’inutilità delle azioni umane. E in aggiunta mia moglie cucina di merda le lasagne”. Guidolin ha commentato: “Sono contento per il ragazzo”.

Cagliari-Siena 0-0

Bella iniziativa del presidente Cellino, che invita i tifosi a presentarsi allo stadio indossando una bandana con i 4 mori. Risponde Mezzaroma che si presenta alla tribuna del Sant’Elia con in testa un agglomerato di pici cacio e pepe. Stimolati culinariamente, i giocatori in campo si adeguano e non fanno un cavolo. Lo mangiano.

Chievo-Juventus 0-0

Vola la Juventus insieme al parrucchino del suo allenatore sotto il vento del Bentegodi. Per un momento la folta capigliatura di Conte finisce su quella di Di Carlo, subito scelto come nuovo testimonial di Pantene. Tra i bianconeri ottimo esordio di Estigarribia, che con questa presenza guadagna fiducia e decide di lasciare il suo lavoro part-time come giardiniere peruviano a casa di Iaquinta. La moglie di Iaquinta ha avuto un figlio con il naso normale.

Genoa-Lecce 0-0

Di Francesco è l’allenatore del Lecce. “Sempre meglio di Malesani”, ha commentato Preziosi che rinnova la stima nei confronti del suo allenatore.

Novara-Bologna 0-2

A Bologna arriva il nuovo allenatore Pioli e lui si presenta così: “Mi manda Zamparini”. “Sì e a calci nel culo”, commenta il patron rosanero che lo ha consigliato personalmente a Gianni Morandi: “Conoscendo i tuoi gusti culinari, ho trovato l’allenatore che fa per te”. Grande sconforto tra le file del Novara, ma Tesser carica l’ambiente: “Dai, ragazzi, per favore, su resistete: ancora 32 partite e poi torniamo in B”.

Lazio-Roma 2-1

I romanisti hanno preso bene la sconfitta nel derby

In una giornata piena di gol il derby di Roma rischia di finire in secondo piano, complice anche lo sparagnino risultato di 2-1. L’ultima volta che la Lazio faceva suo un derby Signori faceva sua la classifica capocannonieri della serie A, Lotino faceva suo il latino e Rutelli faceva sua per l’ultima volta la Palombelli. I romanisti prendono bene la sconfitta: Di Benedetto torna in America, Luis Enrique torna in Spagna, Totti torna a Tim.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...