Kung-Fu Cantona

Senza farlo apposta, ne parlavo ieri nel mio post su Gullit. L’allenatore olandese, che ora allena in Cecenia, era passato anche dal calcio Usa. Il movimento a stelle e strisce, schiacciato da altri sport come basket o football, ha cercato fin dagli anni Settanta notorietà ingaggiando nomi famosi dall’Europa o dall’America Latina. Atleti a fine carriera, in cerca di ingaggi milionari per assicurarsi un buon vitalizio. Nel post ho citato Pelè e Chinaglia, che nel 1977 furono ingaggiati dai New York Cosmos. Ora la squadra della Grande Mela, fallita nel 1985 (ma di cui esiste ancora il marchio), sta cercando grazie ad una cordata di imprenditori di iscriversi di nuovo nella Major league Soccer, la serie A degli Stati Uniti. E chi hanno scelto come nuovo direttore sportivo? Il francese Eric Cantona.

Ogni calciofilo che si rispetti avrà sentito un brivido, nel leggere la notizia riportata dall’Ansa. Per due motivi. Primo perchè è Eric Cantona. Secondo, perchè immaginarlo nei panni di dirigente può fare lo stesso effetto, per un politico, che vedere Berlusconi che omaggia la salma di Lenin. Cantona è uno di quei personaggi che, per certi versi, rendono il calcio degno di essere seguito. Piedi e testa che vanno ad una velocità differente rispetto a quella di compagni avversari. Non parliamo di comportamenti bizzarri o strafiottenti, alla Balotelli per intenderci. Parliamo di uno che ha sempre preso a calci tutto. Anche il pallone (e divinamente, tra l’altro). Cantona nasce a Marsiglia da padre sardo e mamma Catalana. Comincia a giocare nella sua squadra del cuore (e della sua città) nel 1989, rivelandosi al grande pubblico per talento e atteggiamenti provocatori. Durante un’amichevole getta la maglia sull’erba perchè non accetta la sostituzione: un mese di squalifica dalla Federazione. Al rientro, si guadagna l’esclusione dalle competizioni internazionali, dopo aver insultato il commissario tecnico della Francia durante uno show televisivo.Viene mandato in prestito al Montpellier, dove durante una rissa in allenamento atterra un compagno con un calcio in faccia. Torna al Marsiglia e colpisce l’arbitro con una pallonata contro il Nimes, perchè non accetta una sua decisione. Un mese di squalifica. “Siete tutti idioti”, commenta Cantona rivolgendosi alla Federazione. Tre mesi di squalifica. Cantona si ritira dal calcio e si dedica alla pittura. Poi torna.

A inizio anni Novanta sbarca in Inghilterra, a Leeds. Con i whites vince il titolo, poi la stagione successiva passa al Manchester United, dove farà la fortuna dei Red Devils. Quattro titoli in cinque anni e due double (campionato + Fa Cup, ovvero ‘solo’ il più antico torneo calcistico del mondo). Se cheidete a un calciofilo di spiegare Cantona, di sicuro sceglierebbe tre momenti.

1. Il gol contro il Liverpool nella finale di Fa Cup a Wembley nel 1996

2. Il calcio volante rifilato ad un tifoso avversario, che lo ha appena insultato, durante il match contro lo Sheffield

3. Lo spot della Nike del 1998.

Cantona si ritira nel 1997, a soli 30 anni. Lasciando un vuoto incolmabile? Macchè. Si dedica al cinema francese, poi nel 2008 torna a Manchester, per interpretare e produrre Il mio amico Eric, diretto da Ken Loach. Ora, la carriera da dirigente. Cantona, quelllo che aveva chiesto alla federazione inglese se era possibile, sopra la sua mitica maglia numero 7 del Manchester, mettere ‘Moi’ (‘io’) al posto del nome, ora metterà un bel gessato. Si siederà dietro una scrivania. E magari metterà un cartello fuori dal suo ufficio: ‘attenzione ai calci volanti’. 

Annunci

2 pensieri riguardo “Kung-Fu Cantona

  1. Volevo segnalare all’eminente dott. Oliva che il calcio volante del nostro Eric lo ricordo durante un match con il Crystal Palace…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...